Cosenza
 

Unical: le richieste di Rinnovamento è Futuro in tempo di Coronavirus

"A seguito della situazione emergenziale dell'ultimo periodo, come Rinnovamento è Futuro ci siamo posti l'obiettivo, nell'espletamento del nostro ruolo, di rappresentare con maggiore fermezza le problematiche che moltissimi Studenti ci stanno evidenziando.
Abbiamo presentato un'istanza che vuole aiutare quanti in questo momento di crisi, non solo sanitaria ma anche economica e lavorativa, si ritrovano in difficoltà e ristrettezze.
Questa nostra richiesta è soprattutto per loro, ma non solo, in quanto la situazione è destabilizzante per tutti e per qualunque nucleo familiare risulta difficile affrontare con mezzi ordinari una situazione emergenziale come questa. Tantomeno non crediamo si possa pretendere un contributo ordinario quando non si possono elargire i servizi, non per mancanza di volontà ma per ovvia impossibilità.


I nostri contributi servono anche a garantire il servizio di mensa, la biblioteca, le aule studio e il loro mantenimento dunque è irragionevole chiedere agli studenti e alle loro famiglie ulteriori sacrifici, che già non mancano affatto in questo periodo.
Abbiamo chiesto una decurtazione della terza rata del 50% per sopravvenire a tali ed impellenti necessità.
Lo abbiamo fatto in quanto rappresentanti e in quanto studenti ma soprattutto l'abbiamo fatto in quanto figli di famiglie che stanno chiedendo all'Ateneo di non essere una fortezza burocratica ma di essere una casa col volto umano". Lo afferma in una nota Rinnovamento è Futuro.